HOME
HOME
DOVE SIAMO
DOVE SIAMO
ATTIVITA'
ATTIVITA'
LINK
LINK
Video
Articoli
Laser - Trattamento dei tessuti molli
In questa sezione:


L'era dell'alta tecnologia

Trattamento dei tessuti duri

Trattamento delle tasche parodontali

Le tasche parodontali sono l'espressione clinica della malattia parodontale. Tale patologia è molto diffusa e inizia generalmente dopo i 20 anni dando le prime manifestazioni cliniche dopo circa un decennio, ha quindi un'evoluzione cronica con andamento ciclico con fasi attive e periodi di remissione clinica.

Colpisce inizialmente la gengiva marginale e successivamente determina danno al parodonto più profondo (legamento alveolo-dentario e osso alveolare), con conseguente formazione delle tasche gengivali che si formano dall'aumento della profondità del solco gengivale conseguente al danno parodontale.
L'eziologia di tale malattia è batterica. Pertanto il perpetuarsi di situazioni anatomiche favorenti, l'accumulo di placca parodonto-patogena e di tartaro determinano nel tempo la perdita dei denti.

Il trattamento convenzionale di una tasca gengivale vi pende in primo luogo dalle condizioni di igiene del paziente, dalle sue dimensioni, dal tipo di difetto osseo associato, dalla quantità di gengiva aderente.

Inizialmente bisogna motivare adeguatamente il paziente ad effettuare una costante e corretta igiene orale domiciliare (fisioterapia orale) alle visite di controllo e di igiene ambulatoriale.

Premesso ciò possiamo affermare che la maggior parte delle parodontopatie si riescono a stabilizzare con lo scaling e il courettage dell'epitelio della tasca e dei tessuti infiammatori e del materiale infetto.
Trattamento tasche parodontali con KTP
(guarda video)
Il laser si propone come presidio alternativo e/o di completamento alle procedure primarie.
Infatti il raggio laser viene portato nella parte più profonda della tasca mediante una sottile fibra ottica, elimina il tartaro sottogengivale determinando anche una sterilizzazione del cemento radicolare e la sua cristallizzazione, vaporizza il tessuto infetto e l'epitelio della tasca consentendo quindi la formazione di un attacco secondario, il tutto senza danno per i tessuti circostanti, senza dolore, senza anestesia e senza sanguinamento, fattore quest'ultimo di notevole importanza soprattutto per i pazienti coagulopatici o in trattamento con anticoagulanti.
Trattamento degli aumenti di volume gengivale
Gli aumenti di volume gengivali riconoscono fattori
eziopatogenetici di varia natura:

    *   Infiammatorio non specifico
    *   Iperplastico non infiammatorio
    *   Condizionato (da modificazioni ormonali,
         carenza di vitamina C,  da farmaci)
    *   Da cisti gengivale
    *   Da eruzione dentaria
    *   Traumatica
    *   Neoplastica


Anche in questi casi si vaporizza questa escrescenza
mucosa con il laser.
Questo intervento non provoca sanguinamento.
aumento di volume gengivale
aumento di volume gengivale
fine intervento
aumento di volume gengivale
intervento con laser
Trattamento dei tumori benigni del cavo orale

Parecchi tipi di tumori benigni, come papillomi e fibromi, possono beneficiare di un trattamento con il laser. A secondo del volume e del tipo di neoformazione si esegue o l'exeresi totale o la vaporizzazione sempre seguita dal relativo esame istologico.
Intervento di escissione di fibroma retrocommissurale
escissione di fibroma retrocommissurale
Inizio intervento
(guarda video)
escissione di fibroma retrocommissurale
Fine intervento
(guarda video)
fibroma retrocommissurale
controllo a 7 giorni
Fibroma retrocommissurale
controllo a 15 giorni
fibroma linguale - foto 1
fibroma linguale foto - 2
a fine trattamento
guarigione
Intervento di fibroma linguale
Trattamento delle precancerosi della mucosa buccale, herpes labiali e afte.

Gli stati precancerosi del cavo orale come il lichen ruber planus, le leucoplachie e le ipercheratosi possono esser trattate con il laser in maniera atraumatica e risolutiva, insistendo sullo studio istologico preoperatorio e su una sorveglianza stretta nel postoperatorio.

Per quanto riguarda gli herpes labiali e le afte, il trattamento con il laser determina una vaporizzazione del tessuto interessato dall'ulcerazione determinando una sterilizzazione del tessuto stesso e la formazione di tessuto di granulazione che determina in pochi giorni una rapida guarigione e la formazione di una crosta protettiva che garantisce l'immediata scomparsa di fastidio per il paziente.
www.giulaweb.com
Dental Laser Clinic del dr. Andrea Mortillaro
via Altofonte, 62 - Villaciambra - 90046 Monreale
tel. 091 431887 - cell. 335 403800
email: andrea.mortillaro@virgilio.it